Carbossiterapia

______

Microinfiltrazioni di anidride carbonica medicale

Apparecchiatura certificata MEDICAL DEVICE
in conformità alla direttiva 2007/47/CE
correttiva alla direttiva 93/42/CE

CHE COSA E'?

La terapia consiste in microiniezioni localizzate di anidride carbonica medicale somministrata tramite un minuscolo ago inserito su un tubo sterile usa e getta collegato all’apparecchiatura in grado di garantire un’erogazione controllata, sterile e personalizzata.

Il trattamento è sicuro per il paziente, poiché l’anidride carbonica è atossica e non provoca embolia; è compatibile con l’organismo umano che la produce costantemente e la elimina tramite il sistema venosoper via polmonare.

L’anidride carbonica per via invasiva ha effetto:

• Sul microcircolo, dove riapre per effetto meccanico i capillari chiusi, riattiva quelli malfunzionanti e aumenta la percentuale di ossigeno nei tessuti migliorando lo stato di patologie come quella della gamba gonfia sino ad ulcere di varia natura; 

• Sul tessuto adiposo, dove rompendo le membrane delle cellule grasse (effetto lipoclasico) riduce gli accumuli di grasso

• Sulla cute (pelle), dove oltre ad aumentare la percentuale di ossigeno nei tessuti migliorando l’elasticità cutanea, induce un ringiovanimento del derma.

A COSA SERVE ?

La terapia, supportata da numerosi lavori scientifici, trova indicazioni nella cura: 
• Adiposità localizzate

• Cellulite

• Smagliature

• Ulcere cutanee

• Psoriasi

• Alopecia

• Vascolopatie agli arti inferiori e superiori

• Antiaging del volto

COME FUNZIONA?

allo scopo vengono utilizzati minuscoli micro-aghi collegati ad un dispositivo di erogazione che dispensa eregola l’adeguata quantità di CO2

CONTROINDICAZIONI?

La Carbossiterapia è una terapia sicura per il paziente, è atossica, non provoca embolia, non dà reazioni allergiche.

QUANTO DURA UNA SEDUTA ?

La seduta dura 15 - 20 minuti circa, generalmente ben tollerata dalle pazienti, la CO2 viene iniettata con aghi piccolissimi;

DOPO IL TRATTAMENTO 

• Le normali attività sociali possono essere riprese immediatamente dopo il trattamento 

• La sensazione di pesantezza alle gambe che si avverte a fine seduta scompare dopo pochi minuti 

QUANTO SEDUTE SONO NECESSARIE ?

In base alla valutazione del’operatore sanitario viene stabilito il numero necessario di sedute da effettuare per l’obbiettivo stabilito. Può dunque variare da 4 a 10 sedute con cadenza settimanale, per poi effettuare eventuali sedute di mantenimento nel periodo successivo.

PRESCRIZIONI E SUGGERIMENTI

• Esposizione diretta al sole: da evitare nei primi 2 giorni successivi al trattamento 

• Il trattamento non può essere eseguito su pazienti affetti da insufficienza respiratoria o insufficienza renale 


Desideri ricevere maggiori informazioni? clicca qui