Elettroporazione - Veicolazione transdermica

______

Trattamento viso e corpo

CHE COS’è?

È un sistema di veicolazione  transdermica non invasiva di principi attivi che raggiungono una profondità fino a 4 cm sotto la pelle agendo in modo efficace e duraturo. È una innovativa tecnica non invasiva e totalmente indolore che può essere eseguita in tutti i periodi dell’anno ed indicata sia per il viso che per il corpo.

COME SI ESEGUE?

Il trattamento consiste nel passare sulla pelle uno speciale manipolo che lavorando ad impulsi crea un campo elettrico a corrente pulsata: i primi favoriscono la dilatazione dei pori cutanei, la corrente veicola nel derma le sostanze mirate all’inestetismo da correggere.

Il manipolo è, infatti, collegato a un flacone che contiene principi attivi che vengono selezionati prima dal medico.  La concentrazione della quantità di sostanza che raggiunge la zona da trattare è del 90% contro il 5% delle tecniche tradizionali, il che permette di attivare rapidamente il metabolismo delle cellule. 

A COSA SERVE?

L’elettroporazione permette di veicolare in profondità sostanze che altrimenti dovrebbero essere iniettate con aghi, questa metodica è anche chiamata mesoterapia senza aghi. 

Con l’ elettroporazione si possono eseguire i seguenti trattamenti:

VISO:

  • Rughe
  • Borse
  • Occhiaie
  • Discromie cutanee
  • Tonificazione
  • Idratazione profonda 
  • Acne 

CORPO: 

  • Riduzione dell’adipe 
  • Riduzione della cellulite 
  • Rimodellamento e Tonificazione
  • Rassodamento seno
  • Rassodamento glutei
  • Smagliature
  • Linfodrenaggio 

QUANTO DURA UNA SEDUTA?

La durata è variabile in base alle zone da trattare. Si va da un minimo di 20’ per il trattamento viso ad un massimo 40’  per il trattamento corpo. 


QUANTE SEDUTE SONO NECESSARIE?

Il numero di sedute necessarie è stabilito da una valutazione preliminare medica. 

CONTROINDICAZIONI

In generale, non sono state riscontrate controindicazioni di alcun tipo. 

Si sconsiglia comunque l’utilizzo a :  

  • Cardiopatici ;
  • Portatori di pace-maker;
  • Portatori di apparecchi acustici e similari;
  • Donne in gravidanza accertata o presunta; 
  • Persone con patologie tiroidee in atto; 
  • in caso  di collagenopatie; 
  • in caso di malattie neoplastiche. 

Desideri ricevere maggiori informazioni? clicca qui